Acquistare un carrello elevatore usato. 
I nostri consigli



Spesso all’acquisto di un nuovo carrello elevatore, le aziende preferiscono un muletto di seconda mano. Le motivazioni possono essere le più diverse:

  • economiche: per le attività che non possono sostenere spese eccessive

  • pratiche: aziende già in possesso di un carrello elevatore che ne cercano un altro come riserva o per supporto.

Qualunque sia il motivo che ti spinge a optare per un carrello elevatore usato, devi prendere in considerazione una serie di fattori prima di effettuare l’acquisto, proprio come nel caso di carrelli elevatori nuovi. Leggi il nostro approfondimento QUI.



Dove cercare il carrello

Innanzitutto, devi guardare ai rivenditori di muletti che si trovano nella tua zona e verificarne la reputazione. In questo modo ti assicuri che il mezzo che acquisterai avrà necessiterà di minore assistenza. Inoltre, il valore residuo del muletto ne uscirà migliore e sarà più facile ottenere pezzi di ricambio.


I controlli da effettuare

Proprio come faresti prima di acquistare un’auto usata, ci sono una serie di prove da effettuare sul mezzo. A supporto delle operazioni di test, ti consigliamo il sostegno di professionisti certificati che verifichino il corretto funzionamento e le prestazioni del muletto.


Per avere una consulenza da SA.MI.CAR, guarda QUI.


La prova della perdita

Nel caso di carrelli elevatore con motore a combustione interna, fai il seguente test: guida il mezzo per circa 15 minuti, usando tutte le sue funzioni idrauliche. Se il carrello lascerà perdite di liquido sulla pavimentazione significa che potrebbe aver bisogno di interventi di manutenzione.


Il montante

Dopo averlo caricato, assicurati che il montante del carrello funzioni in modo fluido, senza incepparsi, e che non scivoli verso il basso o in avanti. In caso contrario, significa che potrebbero esserci problemi a guarnizioni, valvole o ai pistoni.


Controlla sempre che il montante non sia stato sostituito, leggendo la targhetta dei dati di funzionamento.


Le forche

Verifica l’aderenza e l’eventuale presenza di crepe sul carrello, per avere una garanzia in più. In particolare, ti segnaliamo che lo spessore del tallone deve essere conforme a ISO5057.


Le batterie

La presenza di cristalli bianchi sulle piastre della batteria, potrebbe essere il segnale di allarme per la presenza di solfatazione. Si tratta di un processo spontaneo nel quale i cristalli dell’acido solforico aderiscono alle piastre di piombo, ostacolando la ricarica.


In questo caso la batteria è da sostituire.


Gli pneumatici

Assicurati che non siano stati montati pneumatici compositi e controlla la presenza di segni di usura sugli pneumatici, che indicano uno scarso allineamento degli assi. Mentre, le eventuali linee marcate sulle gomme sono segno che il muletto si avvicina al limite di usura.


Altri controlli - Il contatore orario

Il contatore orario è per il carrello elevatore l’equivalente del contachilometri in un’auto. Ti consigliamo di valutare l’acquisto di muletti utilizzati non più di 1.000 ore all’anno.


La documentazione

Per l’acquisto dell’usato sono indispensabili determinati documenti che ti elenchiamo di seguito:

  • targhetta identificativa

  • targhetta della capacità

  • manuale operatore del mezzo

  • etichette e avvertenze sul mezzo

I carrelli elevatori usati di SA.MI.CAR

Da SA.MI.CAR puoi trovare carrelli usati in ottime condizioni e pronti all’uso: controlla il nostro CATALOGO e contattaci.

39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti