Carrello elevatore: sicurezza del contesto e della persona



Quando si è sul posto di lavoro, diventa necessario mettere in atto tutte quelle soluzioni di contesto che permettono a chi utilizza il carrello elevatore di lavorare in sicurezza, escludendo potenziali situazioni pericolose che possono coinvolgere lui o chi gli è vicino, come altri operatori e pedoni.


La formazione continua

Oltre ai corsi primari di sicurezza, è importante offrire formazione continua sui carrelli elevatori a tutto il personale: sia per l’utilizzatore del muletto, sia per tutti gli addetti responsabili che lavorano nelle zone servite dai carrelli elevatori.

Questo è un ottimo sistema per tutelare anzitutto le persone e in secondo luogo anche l’ambiente in cui lavorano ogni giorno.


È importante anche seguire attentamente le istruzioni riportate sul manuale d'uso e manutenzione del carrello.


Barriere per la banchina

Tra i luoghi più ostici in cui il carrellista può trovarsi c’è sicuramente la banchina di carico e scarico, generalmente trafficata per la presenza di camion, altri carrelli elevatori, ma anche di pedoni.


Come conseguenza si possono verificare degli incidenti, se non si prendono le dovute precauzioni: un modo molto semplice per far sì che ciò non accada è installare delle barriere di sicurezza quando le porte della banchina sono aperte.


Tutela dei pedoni

A proposito dei pedoni, la loro tutela è primaria per chi utilizza un muletto.


Esistono delle soluzioni per metterli in sicurezza, come la conoscenza e la definizione dei percorsi in cui passano i carrelli elevatori, con eventuale installazione di segnali, indicazioni utili e luci sulla pavimentazione, che consentono ai passanti di avere agio per camminare su corsie di sicurezza.


Pulizia del pavimento e del carrello

Potrebbe essere scontato, ma anche la pavimentazione è importante quando il carrellista mobilita della merce.

Un pavimento polveroso, danneggiato, magari con crepe e buche, può compromettere la mobilità nei passaggi e la stabilità nel momento in cui l’operatore solleva dei carichi con il muletto.

In più, le stesse polveri del pavimento potrebbero anche penetrare nel muletto, danneggiandolo dall’interno.


La pulizia del pavimento e del carrello elevatore è un aspetto da prendere in considerazione quando si parla di sicurezza, perché permette di avere performance lavorative decisamente migliori.


Se vuoi approfondire questa tematica e la sua influenza sulle gomme puoi leggere l'articolo QUI.


Illuminazione

Le luci di sicurezza ausiliarie rappresentano un vero plus per chi utilizza il carrello elevatore perché consentono al carrellista di avvisare le altre realtà presenti sul posto di lavoro, che siano mezzi di trasporto o pedoni di passaggio.


I segnali visivi installati intorno al carrello elevatore riescono a delimitare un’area in cui i pedoni capiscono che non devono avvicinarsi per restare al sicuro, avvisando sulle direzioni in cui si muove il mezzo di trasporto.


Un contesto in cui possono tornare utili le luci di sicurezza sono gli ambienti soggetti a forti rumori dove il clacson e i cicalini di retromarcia potrebbero non essere uditi dai presenti.


Per una panoramica completa inerente alla sicurezza sull’ambiente di lavoro e del carrello elevatore, puoi affidarti alla consulenza di SA.MI.CAR. Clicca qui per

contattarci.


L’importanza della pausa pranzo

Durante il ciclo di ricarica, l’acqua si riscalda e si divide in due gas.

  • Bolle di idrogeno sulla piastra negativa

  • Ossigeno sulla piastra positiva.

È meglio evitare che il livello dell'acqua in una cella scenda troppo. Le piastre potrebbero venire in contatto con l'aria, causando un danno permanente al carrello.

Per evitare questo, devi aggiungere acqua distillata alla batteria, ogni 5 o 10 ricariche. E ci raccomandiamo di non effettuare mai il rabbocco prima della ricarica, ma sempre dopo.


Controlla la solfatazione

Quando cristalli solforici bianchi si attaccano alla piastra di piombo si verifica la cosiddetta solfatazione. Un processo che può compromettere la carica.

È necessario quindi una manutenzione quotidiana verificando che la batteria non produca cristalli bianchi.

In quel caso vale la pena contattare un tecnico che ti aiuti a trovare una soluzione.

L’assistenza di SA.MI.CAR. può esserti d’aiuto. Qui


Segnali di pericolo

Non va dimenticato che le batterie elettriche possono essere pericolose se non trattate con la dovuta attenzione.

Per la sicurezza del tuo personale, devi tenere presente che le batterie elettriche possono produrre una miscela di gas che può diventare esplosiva.

Inoltre, le aree di ricarica presentano svariati rischi ambientali.

Per avere un'analisi in loco della tua area di lavoro e della tua attrezzatura, puoi affidarti alla consulenza di SA.MI.CAR. Clicca qui

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti