I controlli sul carrello elevatore. Quando e come farli

Aggiornato il: mag 24



Affinché il tuo carrello elevatore mantenga la sua efficienza è necessario operare una serie di controlli e revisioni con una frequenza rigida. In gioco non c’è soltanto la funzionalità del muletto. All’interno del Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs 81/08), infatti, puoi leggere: “il datore di lavoro prende le misure necessarie affinché le attrezzature di lavoro siano oggetto di idonea manutenzione al fine di garantire nel tempo la permanenza dei requisiti di sicurezza e […] siano curati la tenuta e l’aggiornamento del registro di controllo delle attrezzature di lavoro (art. 71, comma 4).”


Si tratta, quindi, di un obbligo legale, finalizzato a preservare le condizioni di sicurezza e di efficienza. Il datore di lavoro deve sottoporre il muletto a verifiche periodiche e, nel caso di mancato rispetto della normativa, sono previste delle sanzioni.


Ovviamente per essere sicuro al 100%, conviene sempre rivolgersi agli esperti: contattando SA.MI.CAR sei sicuro di avvalerti di una consulenza costante e professionale.

Qua trovi i nostri riferimenti


Se invece sei un tipo ‘fai da te’, leggi quanto segue.


Ci sono differenti tipologie di controlli e di manutenzioni da apportare al carrello elevatore.

Manutenzione straordinaria

Stiamo parlando di quegli interventi che vengono effettuati “a richiesta”. Ovvero, manutenzioni che devono essere fatte in caso di rottura di una parte del carrello elevatore o in caso di incidente. Il tipo di intervento, in questo caso, varia a seconda dell'entità del danno riportato e spesso dipende dal fatto che non è stata effettuata correttamente la manutenzione ordinaria.


Manutenzione ordinaria

Le verifiche periodiche di alcune tipologie di carrello elevatore sono attività disciplinate dalla legge italiana che possono essere svolte esclusivamente da alcuni enti (tipicamente le ASL o i cosiddetti organismi notificati al Ministero degli Interni);


L’elenco degli organismi che svolgono le attività di verifica è pubblicato periodicamente tramite decreto dirigenziale del Ministero dello Sviluppo Economico sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Va precisato, che il carrello elevatore a forche frontali, comunemente detto MULETTO, non è assoggettato a verifica periodica da parte di ASL o organismi notificati al Ministero del Lavoro.


In che cosa consiste la manutenzione ordinaria?

La manutenzione ordinaria quindi si differenzia in base al tipo di muletto, alla sua funzione e alla frequenza di utilizzo. Resta comunque un’attività fondamentale da fare che può anche essere programmata.


La manutenzione programmata del muletto riguarda tutti gli elementi che incidono sul corretto funzionamento del carrello, come:

  • La verifica di eventuali perdite.

  • La condizione delle forche.

  • Lo stato dei freni.

  • L’usura delle gomme.

Nota bene: se si svolgono delle modifiche sulle caratteristiche del carrello, le targhe di identificazione del modello e le istruzioni devono essere aggiornate.


La manutenzione delle batterie

La batteria è l’elemento centrale del carrello elevatore, quindi è fondamentale che sia conservata in ottime condizioni.


La sua manutenzione deve essere svolta da un esperto almeno due di volte l’anno e gli interventi principali sono:

  • Fare cicli di carica/scarica completi

  • Controllare, dopo ogni carica, che il livello dell’elettrolito sia adeguato tramite appositi indicatori

  • Verificarne la pulizia.

Il controllo delle sicurezze del carrello elevatore

A effettuare il controllo delle sicurezze è chiamato un tecnico specializzato che interviene con strumenti specifici. La frequenza di questo tipo di verifica varia a seconda del modello di carrello elevatore ed è indicata all’interno del libretto "Uso e Manutenzione", fornito dal costruttore.


Il controllo d’efficienza del carrello elevatore

È il carrellista che a inizio turno deve effettuare il controllo sull’efficienza del carrello. Lo scopo è quello di valutare se il muletto abbia precedentemente riportato danni che mettano a rischio la sua sicurezza. Per svolgere questa verifica, il carrellista ha il dovere di compilare una lista di controllo fornita dal datore di lavoro. Anche in questo caso, i dettagli sono indicati all'interno del libretto "Uso e Manutenzione".


Quali sono i controlli d’efficienza?

Prima dell’uso:

  • Verificare che i segnalatori luminosi e acustici siano funzionanti

  • Funzionamento dei dispostivi di sicurezza

  • Assenza di eventuali danni sul carrello

  • Non siano presenti perdite di liquidi

Durante il suo turno, il mulettista è chiamato a monitorare il mezzo di lavoro attraverso una serie di azioni:

  • Mantenere una guida sicura e attenta per prevenire eventuali incidenti prestando attenzione all’ambiente che vi circonda e al resto del personale.

  • Mantenere un’andatura sicura rispetto alle condizioni metereologiche. Per approfondire come preparare il carrello all’inverno ti invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato.

  • Assicurarsi di avere sufficiente visibilità.

  • Monitorare continuamente le condizioni di lavoro in caso di limitata visibilità e superfici scivolose.

A fine turno è necessario pulire accuratamente il carrello e prestare attenzione alle batterie.


Il servizio di manutenzione di Samicar

Appoggiandoti al nostro servizio di assistenza potrai avere:

  • manutenzioni periodiche programmate

  • pacchetti controllo sicurezza delle attrezzature

  • alta qualità dei ricambi

  • tempestività dell’assistenza e del reperimento di ricambi in 24 ore.

Scopri tutti i nostri servizi

36 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti